Altre pagine per i King Crimson

Da ascoltare:

Da Youtube

King Crimson - Epitaph (Live 69) dall'album In the Court of the Crimson King

King Crimson

"Scopo fondamentale dei King Crimson è organizzare l'anarchia, utilizzare il potere latente del caos e permettere a svariate influenze d'interagire e trovare il proprio equilibrio.........." (Robert Fripp)

I King Crimson nascono ufficialmente nel 1969 con Robert Fripp alla chitarra, Greg Lake al basso, Ian McDonald alle tastiere, sax e flauto, Mike Giles alle percussioni e Pete Sinfield come paroliere e nello stesso anno, al memorabile concerto in memoria di Brian Jones (si parla di un pubblico formato da 650.000 persone) tenuto in Hyde Park, raggiungono la fama.

Nell’estate dello stesso anno “In The Court Of The Crimson King” li porta ai primi posti nelle classifiche di vendita …….

Lo stile è inconfondibile e non verrà mai tradito. La loro musica, che pur rimanendo inconfutabilmente prog si stacca dai canoni abituali e sicuramente risente della fase psichedelica, è colta, complessa, ricca di agganci con il jazz e, nel contempo terribilmente romantica; si passa d’un balzo dai suoni stridenti ed angoscianti alla poesia pura e struggente, mentre tra gli strumenti classici del progressive si innestano i violini e la chitarra ha sempre un posto d’onore.

Anima del gruppo e leader indiscutibile (visto il carattere) ed indiscusso è Robert Fripp, personaggio controverso, tanto compassato fisicamente nel suonare (sempre seduto, sempre serio ed imperturbabile) quanto temerario esploratore di nuove vie sonore. "Geniale freddo solista", si potrebbe definire, sia nelle composizioni che nelle performance come chitarrista ... freddo... malgrado le forti emozioni che le sue musiche riescono a trasmettere, e Peter Sinfield, paroliere del gruppo per eccellenza, gli fa da contraltare, traducendo perfettamente in parole queste stesse emozioni.

Ma già parlare di "gruppo King Crimson" è errato. I cambi di formazione saranno continui e seguirli è un'impresa quasi epica: nel 1969 esce Ian McDonald; subito dopo Lake che fonderà, con Emerson e Palmer, il gruppo omonimo, seguito nell'uscita anche dai fratelli Gills; poi è la volta di Peter Sienfield che per qualche anno non scriverà più i testi. E siamo appena al 1971.

Eppure, inspiegabilmente, in questo via vai continuo di musicisti, i King Crimson sfornano altri tre album assolutamente innovativi: "In The Wake Of Poseidon" (1970), "Lizard" (1970) e "Islands" (1971).

Un po' di tranquillità negli anni dal 1973 di "Larks' Tongues In Aspic" al 1975 di "U.S.A.", anni nei quali il fulcro è costituito da Bill Bruford alle percussioni, David Cross (viola, violino e tastiere), Robert Fripp (chitarra e mellotron), John Wetton (basso e voce).

Nel 1975 lo scioglimento del gruppo e la battaglia per la detenzione del nome: la vince Robert Fripp che, nell'81, fonda la sua casa discografica, la Discipline Global Mobil con la quale incide dallo stesso anno gli album dei rinati King Crimson.

Robert Fripp

Robert Fripp, nato a Wimborne Minster nel Dorset (Inghilterra) il 16 maggio 1946 è sicuramente uno dei personaggi più controversi e misteriosi del progressive e forse di tutta la così detta musica leggera perchè "penetrarlo" o solo intuire cosa avviene nel profondo del suo animo mentre la facciata rimane imperturbabile è, a mio avviso, un'impresa praticamente persa in partenza.

Già dall'inizio il suo approccio con la musica è estremamente personale, per usare un eufemismo. In un'intervista dice:

"Ho cominciato a suonare la chitarra ad 11 anni, nel 1947, pochi giorni prima di Natale. Non avevo per niente orecchio musicale, non avevo neanche il minimo senso del ritmo. Non sarebbe stato possibile immaginare qualcuno musicalmente meno dotato di me. Quando sei così a secco di doti naturali, devi per forza cominciare a riflettere e a farti delle domande sulla natura del suono. Che cos'è che non ti permette di avvertire la differenza tra una nota e l'altra? Quali sono le parti dell'organismo che reagiscono alle diversi componenti della musica? Dove sono le barriere e i blocchi? Che cosa puoi fare per eliminarli?"

Non è certamente un approccio usuale ed una persona capace di un tale arzigogolo di ragionamenti può venir definita quanto meno "particolare", decisamente testarda e più dura dell'acciaio.

Dagli 11 ai 15 anni si dedica alla chitarra acustica, improntando i suoi studi sul periodo classico della chitarra a plettro (dai tardi anni '20 agli inizi degli anni '30): la definirà "una situazione musicale particolarmente sterile" ma, nonostante le poche o nulle soddisfazioni, va avanti imperterrito.

Il primo amplificatore a 14 anni, peccato che non fosse assolutamente collegabile alla chitarra, e tre anni dopo il primo gruppo. Ma caratterialmente è un disastro: non riesce assolutamente a legare (cosa che in fin dei conti rimarrà una sua prerogativa anche in età adulta), quindi abbandona il gruppo per finire gli studi. Altro tentativo di suonare assieme ad altri, con i The League Of Gentlemen ed altro flop, poi l'incontro con un gruppo da ballo di Bournemouth: dice

"musicisti assolutamente superbi, più anziani di me di 15 anni. Io avevo meno di 20 anni e loro più di trenta ma pensai che fossero un'esperienza e un'opportunità troppo belle per lasciarmele scappare .... Intorno ai 21 anni mi resi conto che potevo usare la musica come veicolo espressivo"

E ci riesce, sicuramente, anche se più come autore (quasi tutti i brani dei King Crimson portano la sua firma) che come esecutore. Fripp ha una tecnica, un'ecletticità, una conoscenza profonda del mezzo, una cultura musicale rara, è un grande innovatore sempre pronto a percorrere nuove strade, ma scarseggia in un certo senso d'anima... è un po' come se non si donasse, se non si lasciasse mai andare e le sue esecuzioni sono sempre studiate, ineccepibili.

Nel 1967 fonda i Giles, Giles and Fripp , dopo qualche mese l'arrivo di Ian McDonald che si porta dietro quello che diventerà l'alter ego di Robert Fripp, il paroliere-visionario Peter Sinfield e sarà proprio quest'ultimo a cambiare il nome del gruppo in King Crimson.

Nel 1974, al primo scioglimento del gruppo, inizia lo studio delle discipline di Gurdjeff, filosofo e "cercatore della verità" che attraverso varie discipline, musica compresa, cercava la consapevolezza andando oltre i gesti e le parole automatiche del quotidiano.

Poi, tra riunioni e cambi di formazione, trova anche il tempo per collaborare Brian Eno e David Bowie (con i quali incide Heroes nel 1977), con Peter Gabriel ed altri. Con Brian Eno inventa e mette a punto il Frippertronics, una tecnica di registrazione basata su due registratori che si palleggiato lo stesso suono, moltiplicandolo e facendolo diventare un tappeto sonoro. Nel 1979 incide il suo primo disco da solista, nell'81 la nascita della Discipline Global Mobil e nel 1985 crea una scuola di chitarra, la Guitar Craft, dove l'insegnamento è basato anche su tecniche yoga e sul metodo Alexander usato in recitazione.

Ovviamente continua a suonare, insegnare, fare concerti e tours

Rosalba Crosilla

Le Recensioni

:: In The Court Of The Crimson King

:: In the wake of Poseidon

:: Starless and Bible Black

:: Red

Le Foto

I primi King Crimson

Robert Fripp
Robert Fripp
Greg Lake (che uscirà nel 1969 e fonderà nel 1970, con Keith Emerson e Carl Palmer il gruppo omonimo
Greg Lake (che uscirà nel 1969 e fonderà nel 1970, con Keith Emerson e Carl Palmer il gruppo omonim
Ian McDonald
Ian McDonald
Peter Gilles
Peter Gilles
Peter Sinfield, il Poeta
Peter Sinfield, il Poeta

I secondi King Crimson

David Cross
David Cross
John Wetton
John Wetton
Bill Bruford
Bill Bruford

Il SITO

On line dal 29 settembre 2003, cresciuto nel corso degli anni ed ora "vola" ormai da solo.

Aperto a collaborazioni esterne (rarissime purtroppo), è stato voluto, costruito e scritto da me e da Starless, che ha contribuito per alcune recensioni musicali ed è l'autore della Storia del Progressive.

email

USABILITA' del SITO

Planando è realizzato secondo i canoni dell'accessibilità e le normative del W3C. in quanto credo che le informazioni contenute nella rete debbano essere usabili e leggibili da tutti.

Il linguaggio HTML.04 usato è scritto "a mano", senza l'ausilio di software. Sia il linguaggio HTML che i CSS hanno, ovviamente, passato il vaglio del W3C.

COPYRIGHT e NOTE LEGALI

Le finalità del sito sono puramente divulgative, improntate al libero scambio di idee sul web senza, per questo, contravvenire alle norme sul copyright. A tale scopo riporto il testo dell'art. 70, legge 633 dd 22 aprile 1941 (e successive modificazioni) "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio", testo consolidato in vigore alla data del 29 aprile 2003: "1. Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."

Il sito contiene cover di album e foto di gruppi o di artisti, nonchè stralci brevissimi di testi: tutto ciò è stato reperito in rete, apparentemente apparentemente di pubblico dominio, liberamenti scaricabili ed utilizzabili nelle pagine WEB personali come le mie. Qualora qualcuno scoprisse la messa on line (a mia insaputa) di materiale coperto dal diritto di autore me lo segnali e provvederò immediatamente a rimuoverlo.

Se volete riportare testi o stralci di testo nel vostro sito, per favore contattatemi: sono disponibile al libero scambio di risorse, ma solo con siti che non ospitino materiale pornografico o comunque rivolto ad un pubblico esclusivamente adulto, materiale o frasi in qualche modo riconducibili al razzismo, nè contenga frasi o materiale istigante alla violenza contro qualsiasi essere vivente.

© Copyrights Rosalba Crosilla 2003 - all rights reserved