Altre pagine per Ivano Fossati

Con obbligo d'ascolto:

1988 La pianta del tè

1990 Discanto

1992 Lindbergh - Lettere da sopra la pioggia

1993 Buontempo (Dal Vivo)

1993 Carte da decifrare (Dal Vivo)

2003 Lampo viaggiatore

2004 Tour Acustico - Dal Vivo Vol. 3

Le foto:

Ivano Fossati nel 1983
Ivano Fossati nel 1983
Ivano Fossati al ritiro del Premio di Amnesty Italia
Ivano Fossati al ritiro del Premio di Amnesty Italia

Ivano Fossati

Genovese, nato nel 1951.

La passione per la musica ce l'ha da sempre: a 8 anni studia pianoforte (che continua a rimanere il suo strumento preferito...), poi flauto, chitarra....

Il suo primo album ("Dolce Acqua") lo vede leader dei "Delirium" che letteralmente esplodono con "Jesahel" nel 1972. Ma ben presto sceglie la strada del "solista", la sua necessità di nuove esperienze non lo rende adatto alla vita del gruppo.

Si cimenterà con il teatro, passione che continua ancor oggi, compone musiche per i film di Mazzacurati, scrive canzoni per artisti come Mannoia, Vanoni, Celentano o Bertè e collabora con De Gregori, Ivan Lins e (il grande) De Andrè.

Probabilmente anche a causa del suo carattere, Ivano Fossati resta in qualche modo defilato nel panorama degli artisti italiani, quasi fosse "per pochi", in realtà miete allori a livello di critica, dalle cinque targhe Tenco"gli album "700 giorni", "Questi posti davanti al mare", "Discanto", "Lindbergh", "Macramè" e "Princesa" (con Fabrizio De Andrè) a svariati Premi della Critica ad alcuni Festival di San Remo (con "Jesahel" nel 1972, nell'82 con "E non finisce mica il cielo" , nell'87 con "Le notti di Maggio", interpretata da Fiorella Mannoia). Nel 2004 Amnesty Italia premia Pane e Coraggio (album Lampo Viaggiatore) "per lo stile e il linguaggio dell'autore, che hanno contribuito significativamente a sfatare luoghi comuni discriminanti nei confronti dei cittadini che fuggono da persecuzioni, poverta' e conflitti e a sensibilizzare l'opinione pubblica italiana sulla necessita' e il dovere di proteggere i diritti umani dei migranti e dei rifugiati." Ringraziando, Fossati dice:

Sono da sempre convinto che le canzoni possono fare ben poco contro guerre, ingiustizie e torture, ma so anche che sono buone fiancheggiatrici dello spirito e piccole portatrici di consolazione, di conforto e perfino di speranza. Non è poco. L'onere di opporsi agli orrori del mondo, quello, rimane da sempre nelle nostre mani e nelle nostre volontà. Ricevo con gratitudine il riconoscimento di Amnesty International. Specialmente per Pane e coraggio e specialmente ora.

Solo un cantautore?

Musica e testi, di qualsiasi autore, si possono ascoltare in due modi: superficialmente ( ... e molti autori non possono venir ascoltati in modo diverso ....), oppure cercando di entrare "dentro" le volute del suono e delle parole che dal suono sono accompagnate.

Ascoltare "davvero" Ivano Fossati ci trasforma in bersagli: flash improvvisi e illuminazioni balenanti si espandono sotto la nostra pelle e, prima ancora di poter dar loro un nome, ci sfuggono, lasciandoci comunque diversi... un po' più "grandi".. Trasmettere ad altri ciò che abbiamo trovato significa cristallizzare l'effetto dell'impatto e cominciar a scavare: un'impresa che spaventa, almeno spaventa me ogni volta, anzi... ogni volta di più.

I testi sono preziose scatole che celano qualcosa di ancora più prezioso ed ogni volta, dentro, scopriamo altre scatole non meno preziose ... ed altre ... ed altre ancora ... Ma ascoltando questo autore ci rendiamo conto che già l'incedere della voce inizia a tratteggiare un mondo di emozioni estremamente complesso: la sua interpretazione è unica e le parole sembrano nascere nell'istante in cui le sentiamo ... incontenibili. Così, l'insieme di parole, voce e musica aprono nuove brecce alla comprensione e contemporaneamente instillano altri dubbi.

Alla fine io mi ritrovo con la convinzione di non esser riuscita ad aprire, a volte neppure a vedere, l'ultima scatola che, forse o sicuramente, non era neppure l'ultima; eppure una di esse contiene proprio la semplicità. Fossati è lì, davanti a noi, senza maschere nè atteggiamenti, mette a nudo le sue debolezze, paure, speranze e sentimenti. A nudo anche la difficoltà di mettersi a nudo. E non ci invita a fare altrettanto, non spinge, non "insegna". Ognuno di noi è libero di scendere dal personale piedistallo di instabili sicurezze e, con occhi puri da bambino, cominciare a guardarsi attorno .... e, magari, dentro ....

Rosalba Crosilla

Pubblicato 2006

Le nostre recensioni degli album

:: La pianta del te

:: Discanto

:: Lindbergh - Lettere da sopra la pioggia

:: Lampo viaggiatore

:: Anime salve (scritto a quattro mani con Fabrizio De Andrè)

Le nostre recensioni dei brani

:: Una notte in Italia

Le foto:

Ivano Fossati in Portogallo
Ivano Fossati in Portogallo
Ivano Fossati
Ivano Fossati
Ivano Fossati
Ivano Fossati

Il SITO

On line dal 29 settembre 2003, cresciuto nel corso degli anni ed ora "vola" ormai da solo.

Aperto a collaborazioni esterne (rarissime purtroppo), è stato voluto, costruito e scritto da me e da Starless, che ha contribuito per alcune recensioni musicali ed è l'autore della Storia del Progressive.

email

USABILITA' del SITO

Planando è realizzato secondo i canoni dell'accessibilità e le normative del W3C. in quanto credo che le informazioni contenute nella rete debbano essere usabili e leggibili da tutti.

Il linguaggio HTML.04 usato è scritto "a mano", senza l'ausilio di software. Sia il linguaggio HTML che i CSS hanno, ovviamente, passato il vaglio del W3C.

COPYRIGHT e NOTE LEGALI

Le finalità del sito sono puramente divulgative, improntate al libero scambio di idee sul web senza, per questo, contravvenire alle norme sul copyright. A tale scopo riporto il testo dell'art. 70, legge 633 dd 22 aprile 1941 (e successive modificazioni) "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio", testo consolidato in vigore alla data del 29 aprile 2003: "1. Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."

Il sito contiene cover di album e foto di gruppi o di artisti, nonchè stralci brevissimi di testi: tutto ciò è stato reperito in rete, apparentemente apparentemente di pubblico dominio, liberamenti scaricabili ed utilizzabili nelle pagine WEB personali come le mie. Qualora qualcuno scoprisse la messa on line (a mia insaputa) di materiale coperto dal diritto di autore me lo segnali e provvederò immediatamente a rimuoverlo.

Se volete riportare testi o stralci di testo nel vostro sito, per favore contattatemi: sono disponibile al libero scambio di risorse, ma solo con siti che non ospitino materiale pornografico o comunque rivolto ad un pubblico esclusivamente adulto, materiale o frasi in qualche modo riconducibili al razzismo, nè contenga frasi o materiale istigante alla violenza contro qualsiasi essere vivente.

© Copyrights Rosalba Crosilla 2003 - all rights reserved